Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco di San Miniato Gran finale Domenica 24 Novembre in piazza del Seminario dalle ore 18,00 a San Miniato, in centro storico

tartufiIn occasione dell'ultima giornata della 43esima Mostra Mercato Nazionale del tartufo Bianco di San Miniato, Domenica 24 Novembre p.v. si svolgeranno le premiazioni del" Concorso per la selezione del bozzetto per il Manifesto della 43a Mostra Mercato del Tartufo Bianco di San Miniato".Con le relative consegne delle targhe alle opere degne di menzione e all'opera più meritevole;tutti sono invitati a partecipare. Si terranno in Piazza della Repubblica (del Seminario) nella tensostruttura con il palco dalle ore 18,00 in poi, e verranno proiettati tutti i bozzetti pervenuti.

Studio Università Siena: olio extravergine oliva contiene antitumorale

oliodiolivatoscanoL'olio extravergine di oliva, meglio se Toscano Igp, fa bene alla salute.

Secondo uno studio dell'Università di Siena, sostenuto dal Consorzio dell'Olio extravergine di oliva Toscano Igp, questo olio contiene , capace di esplicare varie azioni positive su cellule umane di tumore al colon. La ricerca, che si pone l'obiettivo di approfondire l'uso di derivati dall'olio extravergine di oliva, per il trattamento antitumorale da associare alla comune chemioterapia, sarà presentata mercoledì 6 novembre in palazzo Strozzi Sacrati, sede della presidenza della Regione, a Firenze. L'appuntamento è per le 12. Saranno presenti tre componenti del team dell'ateneo senese, diretto dalla professoressa Marina Ziche, che hanno condotto lo studio, e cioè la stessa professoressa Marina Ziche, Sandra Donnini ed Erika Terzuoli, il presidente del Consorzio dell'Olio extravergine di oliva Toscano Igp, Fabrizio Filippi, l'assessore all'agricoltura della Regione Toscana, Gianni Salvadori.

San Miniato 7 settembre Orchestra Cave Notas

cavenotasSan Gimignano Sabato 7 settembre 2013 – ore 21.15 Orchestra Cave Notas Musiche di N. Piovani, E. Morricone, R. Cocciante, L. Dalla, Queen e tanto altro Ospite d’onore Yasmin Kalach Presenta Tiziana Rubano Sabato 7 settembre 2013 – ore 21.15 Piazza del Duomo - San Gimignano (Siena) Serata musicale finalizzata alla raccolta fondi per Valdelsa Donna – Associazione per il sostegno nella lotta contro i tumori San Gimignano.

 

 

San Gimignano ARCOBALENO D'ESTATE

TOSCANA San Gimignano ARCOBALENO D'ESTATE Musei Civici Palazzo Comunale - Pinacoteca - Torre Grossa Sabato 24 Agosto 2013, apertura straordinaria con ingresso gratuito dalle 19:30 alle 22:00. In occasione dell'iniziativa "Toscana - Arcobaleno d'Estate alle ore 19:30 brindisi presso l'esclusiva Sala Dante del Palazzo Comunale.ArcobalenoSanGimignano

Domenica 1 settembre mercatino dell’Antiquariato e delle Arti e dei mestieri nel Centro Storico di San Miniato

Come ogni prima domenica del mese torna anche questa domenica, 1 settembre, il consueto appuntamento con il mercatino dell’Antiquariato e delle Arti e dei mestieri nel Centro Storico di San Miniato,dove Il fascino degli oggetti intriganti e desueti incontra l’originalità del piccolo artigianato e degli antichi mestieri. Si svolge in Piazza del Popolo, Piazza della Repubblica, Via Conti,corso Garibaldi e piazza Dante Alighieri dalle ore 8,00 alle 20,00. San Miniato è situata lungo la Via Francigena, che collegava nel Medio Evo l'Europa settentrionale a Roma, flusso ininterrotto di uomini, eserciti, traffici, idee e culture. San Miniato è terra di insediamento etrusco e poi romano, come testimoniano gli scavi di una necropoli del III secolo a.C. in località Fontevivo e quelli di una villa romana in località Antonini, i cui reperti sono visibili al Museo archeologico di Firenze e in piccola parte nel Museo Civico. Il nucleo originario della Città risale all'VIII secolo, quando diciassette longobardi, secondo il documento originale del 713 conservato all'Archivio Arcivescovile di Lucca, edificarono una chiesa dedicata al martire Miniato. La città è dunque di origine germanica e dal Medio Evo sarà conosciuta come San Miniato al Tedesco.

Poggibonsi Arcobaleno d'estate

 

ARCOBALENO D'ESTATE POGGIBONSI | Il parco Archeologico di Poggibonsi aderisce all'iniziativa regionale "Toscana - Arcobaleno d'estate" promosso dalla Regione Toscana e lo fa con l'evento "Gli antichi Mestieri del Medioevo".

 

 

 

Quattro donne di San Miniato a Marsiglia

La compagnia “Giardino Chiuso” di San Gimignano in trasferta in Francia Dal 28 al 31 agosto in scena tutti i giorni al Palais Carli Quattro donne di San Gimignano faranno parte di uno spettacolo di danza contemporanea di Virgilio Sieni, in scena dal 28 al 31 agosto a Marsiglia. Un’azione coreografica nata a San Gimignano in seno ad un progetto della Compagnia Virgilio Sieni in collaborazione con la locale Compagnia Giardino Chiuso. Le quattro performer sono Patrizia Boldrini, Graziella Giapponesi, Rosanna Ricotta e Chiaradele Tancredi che non sono professionisti del settore, ma semplici cittadini prestati ad un originale ed inedito laboratorio artistico. La performance delle quattro interpreti sangimignanesi fa parte del progetto Tre Agorà che raccoglie a Marsiglia le numerose esperienze sorte negli ultimi anni in diverse città europee (tra cui San Gimignano) all’interno del poliedrico percorso Arte del gesto nel Mediterraneo. A Marsiglia – porta della Francia su tutti i Sud – tale addensarsi di situazioni sceniche sedimentate in un quadriennio (ognuna elaborata in un preciso contesto mediterraneo) trova una sua fusione, un suo mescolamento in diverse ‘agorà’ all’interno delle quali le rammemorazioni, le visitazioni, gli incontri destati nei singoli laboratori vengono rivissuti. Di tutto questo Marsiglia non è mera spettatrice, non è passivo contenitore di una pluralità di azioni sceniche. È essa stessa – la città con il suo corpo – a farsi meta-agorà, parte viva del progetto. Lungo una linea geometrica che dal porto e dal Panier va al Palais Carli, la città-madre si fa corpo che accoglie l’azione scenica e interagisce con essa, facendosi contaminare nelle sue diverse anime urbanistiche e architettoniche. Dalla stessa Marsiglia a Modena, da Bari a Siena, da Firenze a Barcellona, da San Gimignano a Santarcangelo, da Udine a Taranto, a tanti altri luoghi del ‘mare di mezzo’, con l’Accademia sull’arte del gesto Virgilio Sieni ha inteso non solo recuperare l’origine e la trasmissione del movimento, la genesi dei gesti, l’archeologia della memoria dei corpi, ma creare nuove situazioni d’incontro tra esseri umani delle più disparate provenienze – sottrarli alla condizione, in fondo per noi ordinaria, di monadi isolate – per generare, attraverso un nuovo incontro, il lavoro in coppia, il reciproco riconoscersi all’interno dello stesso progetto teatrale, quasi una nuova, errante comunità aperta. vedi: http://www.agriturismoilcastagnolino.com/eventi_it.asp

Il gentil sesso da Boccaccio a De Pinzan in 150 miniature nel museo di arte sacra

Sono in esposizione dal 1 al 30 settembre e si tratta di una mostra sulle prime attestazioni letterarie di virtù femminile Domenica 1 settembre inaugura “De claris mulieribus - La citè des dames”, una mostra con riproduzioni di 150 miniature - ingrandite e rese godibili al grande pubblico – che mette a confronto una delle opere più famose di Boccaccio, il “De claris mulieribus”, e i testi della scrittrice Christine de Pizan in un percorso tutto al femminile. Sarà possibile visitare la mostra a cura di Gianfranco Agostini fino al 30 settembre nel Chiostro degli Agostiniani a Certaldo Alto, dal lunedì alla domenica dalle 10.00 alle 18.00. Se Giovanni Boccaccio fu il primo uomo nella storia che si rese disponibile a scrivere la storia del gentil sesso nel suo “De claris mulieribus”, Christine de Pizan riuscì a guadagnarsi il suo spazio con “La citè des dames” impegnandosi a dimostrare che uomini e donne possono contribuire allo stesso modo alla letteratura attraverso un testo che valorizza la donna sulla scia dell'innovazione boccacciana, ma nello stesso tempo discostandosi da essa. La mostra a cura di Gianfranco Agostini cercherà di riprodurre questo rapporto di dualità tra le opere attraverso l'ingrandimento di miniature e l'allestimento di pannelli che riportano la volgarizzazione dei testi di Boccaccio e la traduzione dell'opera della De Pizan, per rendere il confronto immediatamente percepibile e per coinvolgere il visitatore in un viaggio attraverso le prime attestazioni letterarie di virtù femminile. http://www.agriturismoilcastagnolino.com/eventi_it.asp

V Festival Barocco 2013 San Gimignano

  • Domenica 8 settembre, Teatro dei Leggieri, ore 18 ENSEMBLE "MVSICA PERDVTA" Renato Criscuolo, violoncello barocco e basso di violino Alberto Bagnai, cembalo e flauto dolce musiche di Frescobaldi, Scarlatti, Vivaldi, Pasquini, Galuppi, Marcello, Vitali
  • Domenica 15 settembre, Teatro dei Leggieri, ore 18,30 "E VOLETE CH'IO CANTI" Arie e cantate sui cantanti del Barocco italiano Costanza Redini, contralto - Francesca Chiocci, viola da gamba Rossella Giannetti, clavicembalo musiche di Stradella, Antinori, Tenaglia, Cesti, Barbara Strozzi
  • Domenica 22 settembre, Teatro dei Leggieri, ore 18 "AMA E RIDI, SE AMOR RISPONDE..." CappellaFastiDiametro Giacomo Schiavo, baritono - Giulia Eletta Breschi, flauto dolce e fagotto Leonardo Bortolotto, viola da gamba - Miguel Rincòn, tiorba musiche di Kapsberger, Monteverdi, Merula, D'India, Mealli, Dowland
  • Domenica 29 settembre, Teatro dei Leggieri, ore 18 "LI DARDI DI CUPIDO" Santina Tommasello, soprano - Valerio Losito, violino Gian Luca Lastraioli, liuto e tiorba musiche di anonimi siciliani del XVI sec., Milanuzzi, arie dell'opera dei pupi

Uno sfizioso antipasto

Uno sfizioso antipasto. Mela verde a fettine alternata con caprino fresco, in questo caso caprino dell’azienda bio-dinamica di Camporbiano, condito con vino agrette e granella di pistacchi.

All Il Castagnolino Carabaccia di cipolle

Stasera al Il Castagnolino Carabaccia di cipolle: La carabaccia è la zuppa di cipolle fiorentina. Il piatto è presente nei ricettari fin dal Rinascimento, citato per la prima volta da Cristoforo Messisburgo nel "Libro novo nel quale s'insegna a far d'ogni sorta di vivande", dove si parla della carabazada. È l'antenata della parigina soupe d'oignons, fatta conoscere alla corte del re di Francia Enrico II d'Orléans da sua moglieCaterina de' Medici (1519- 1589) e diventata piatto popolare in seguito alla rivoluzione francese. Ricetta per 4 persone: tagliare un chilo di cipolle rosse a fettine sottili e farle rosolare in olio extravergine di oliva insieme a mezzo bicchiere d'acqua. Cuocere lentamente per mezz'ora. Salare, pepare e aggiungere del brodo vegetale e cuocere per circa un'ora. Versare la carabaccia nelle scodelle sopra del pane abbrustolito, cospargendo con abbondante parmigiano.

Il colibrì sulla lavanda in fiore !!

Il colibrì sulla lavanda in fiore !!

Subcategories